marzo

marzo

Parte di un ampio progetto di rigenerazione del comparto urbano nel quartiere di Santa Croce, l’ex mangimificio Caffarri è oggetto di un intervento di riqualificazione, con l’introduzione di nuove funzioni, suddiviso in due lotti, che coinvolge una superficie totale di 2.400 metri quadrati e vede un investimento complessivo di 2.442.000 euro, di cui 991.000 euro finanziati attraverso il Bando nazionale Aree urbane e Periferie e la restante parte da STU Reggiane spa. L’edificio è di proprietà privata, ceduto in concessione a STU Reggiane spa con durata ventennale.

Il primo lotto, presentato alla città il 23 marzo 2024, è costituito di 1.200 metri quadrati distribuiti principalmente a piano terra in un grande open space a duplice altezza, completato da un piano soppalcato. La sua gestione è affidata a Fondazione Reggio Children. Gli altri lotti riguardano invece gli spazi destinati a Centro Teatrale MaMiMò e Boxe Reggiana.

Il progetto di riuso di questo immobile è stato seguito da Officine Urbane di Reggio Emilia, in particolare dall’architetta Annalia Immovilli, ed ha tenuto a preservare il grande open space, attraversato da una struttura interna a tubi e giunti, stile ponteggio, che caratterizza e scandisce lo spazio oltre a perimetrare alcune aree.

Date

16 Aprile 2024

Category

2024